Le Terme Tettuccio

Il Golf 18 buche
Montecatini Alto
Lo stabilimento Tettuccio
Uto Ughi a Estate Regina
Ippodromo Sesana
Miss Italia a Montecatini Terme
Montecatini Alto
Natale su Viale Verdi
Parco Termale
  • Le Terme Tettuccio
  • Il Golf 18 buche
  • Montecatini Alto
  • Lo stabilimento Tettuccio
  • Uto Ughi a Estate Regina
  • Ippodromo Sesana
  • Miss Italia a Montecatini Terme
  • Montecatini Alto
  • Natale su Viale Verdi
  • Parco Termale

Booking.com – IVA sulle commissioni versate da operatori non professionali – contenzioso tributario con Agenzia delle entrate

La società Booking.com ha corrisposto all'erario 94 milioni di euro, attraverso una procedura di adesione con l'Agenzia delle Entrate, chiudendo un contenzioso tributario per regolarizzare il pagamento dell’IVA sulle commissioni che il portale ha fatturato ai gestori delle locazioni brevi e ad altre attività ricettive prive di partita IVA.

L'evasione, scoperta dalla Guardia di finanza di Chiavari coordinata dalla Procura di Genova, concerne una problematica emersa a seguito di una segnalazione operata da Federalberghi.

Nel mese di maggio 2016, Federalberghi aveva segnalato all’Agenzia delle Entrate che alcuni portali emettevano fatture senza IVA italiana, applicando il meccanismo del cosiddetto “reverse charge” anche nei casi in cui la struttura ricettiva era priva di partita IVA. La conseguenza era l’evasione totale dell’imposta, che non veniva pagata né dal portale né dalla struttura.

L’Agenzia delle Entrate, rispondendo a Federalberghi, aveva chiarito che l’IVA sulle commissioni pagate ai portali che operano in altri paesi UE è sempre dovuta. Se la struttura ricettiva ha la partita IVA, essa si deve fare carico del versamento in regime di inversione contabile. Se la struttura non ha partita IVA, deve essere invece il portale a identificarsi in Italia e ad emettere fattura con IVA italiana.

Dallo scorso 1° maggio 2023, Booking.com applica l’IVA alle strutture che non hanno fornito un numero di partita IVA, o hanno fornito un numero di partita IVA non valido per le transazioni nell'UE. Per essere considerata valida per le transazioni nell’UE, la partita IVA deve infatti essere convalidata nel VIES (sistema per lo scambio di informazioni sull'IVA della Commissione Europea). L’IVA, calcolata con l’aliquota del 22%, viene versata da Booking.com alle autorità fiscali italiane, come previsto dalle normative europee.

Per le strutture che hanno fornito un numero di partita IVA valido per le transazioni UE, Booking.com continua a non applicare l’IVA sulle commissioni, applicando il meccanismo del cosiddetto “reverse charge”. In tal caso, infatti, l’IVA deve esser calcolata e versata dalle strutture ricettive alle autorità fiscali italiane.

Distinti saluti.

                                                                                         Il Direttore Generale

                                                                              (Dr. Alessandro Massimo Nucara)


Ritorna
 
 

ACCESSO RISERVATO AI SOCI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Nome utente:

Password :


Inserite il testo visualizzato nell'immagine:
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots. (see: www.captcha.net)

Password dimenticata?
Nome utente dimenticato?
Non hai un account?

 
 

ANTEPRIMA FEDERALBERGHI

21/02/2024

La Commissione VI del Senato, dopo aver svolto un ciclo di audizioni, ha approvato una risoluzione che impegna il Governo a valutare l'opportunità di una revisione generale dell'imposta di soggiorno.

15/02/2024

Sulla base della convenzione in essere con Scuola Italiana Turismo vi informiamo sulla programmazione di un corso ITS progettato con la Fondazione ITS della Toscana Turismo, Arte e Beni culturali - TAB denominato “HOSPITALITY MANAGEMENT: INNOVAZIONE, SOSTENIBILITÀ E VALORIZZAZIONE DELLE TIPICITÀ LOCALI E DELLE STRUTTURE RICETTIVE” acronimo M.I.S.T.E.R.

15/02/2024

L’articolo 2, commi 31-35 della legge 28 giugno 2012, n. 92 disciplina il c.d. ticket di licenziamento. In particolare, il c. 31 dispone che, nei casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per le causali che,

15/02/2024

La Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza del Ministero del lavoro ha fornito indicazioni in merito all’obbligo di sottoporre a sorveglianza sanitaria un lavoratore che, pur

15/02/2024

Con riferimento ai quesiti ricevuti ed alle notizie riportate in questi giorni dagli organi di informazione, riteniamo opportuno ricordare che le persone prive di vista hanno diritto di accedere agli esercizi aperti al pubblico (tra i quali rientrano gli alberghi) accompagnati dal proprio cane guida, anche non munito di museruola.

15/02/2024

Le Commissioni I e V della Camera dei deputati hanno approvato alcuni emendamenti al cosiddetto decreto “milleproroghe”.

SERVIZIO NEWSLETTERS

resta sempre aggiornato...
iscriviti alle newsletters!

 
 

I NOSTRI PARTNERS