Le Terme Tettuccio
Il Golf 18 buche
Montecatini Alto
Lo stabilimento Tettuccio
Uto Ughi a Estate Regina
Ippodromo Sesana
Miss Italia a Montecatini Terme
Montecatini Alto
Natale su Viale Verdi
Parco Termale

coronavirus – decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33 “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19” – Gazzetta Ufficiale n. 125 del 16 maggio 2020

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge 16 maggio 2020 n. 33, con il quale il Governo ha eliminato alcune restrizioni introdotte con precedenti provvedimenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. Di seguito, la sintesi del contenuto del provvedimento.

 

Spostamenti

A decorrere dal 18 maggio 2020 sarà possibile circolare all’interno del territorio regionale senza alcuna giustificazione. Rimane salva la possibilità di adottare misure di contenimento più restrittive su specifiche aree del territorio regionale nel caso di aggravamento della situazione epidemiologica.

Dal 3 giugno prossimo sarà possibile muoversi anche in altre regioni, tranne nei casi in cui si rendano necessarie particolari restrizioni.

A decorrere dal 3 giugno 2020, inoltre, saranno possibili, senza giustificazione, gli spostamenti da e per l'estero, salva l’assunzione di particolari restrizioni adeguate e proporzionali al rischio epidemiologico e nel rispetto dei vincoli derivanti dall'ordinamento dell'Unione europea e degli obblighi internazionali. Gli spostamenti tra lo Stato della Città del Vaticano o la Repubblica di San Marino e le regioni con essi rispettivamente confinanti non sono soggetti ad alcuna limitazione.

Permane invece il divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per chi è sottoposto alla misura della quarantena con provvedimento dell'autorità sanitaria.

 

Assembramenti

Permane il divieto di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e fieristico, nonché ogni attività convegnistica o congressuale, in luogo pubblico o aperto al pubblico, si svolgono, ove ritenuto possibile sulla base dell'andamento dei dati epidemiologici, con le modalità stabilite con provvedimenti del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Il sindaco può disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Le riunioni si svolgono garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, e secondo quanto stabilito con i predetti provvedimenti.

 

Attività produttive

Le attività economiche, produttive e sociali devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale.

Viene fatta salva la possibilità di adottare misure più restrittive in caso di necessità.

In caso di mancato rispetto dei contenuti dei protocolli o delle linee guida, regionali, o, in assenza, nazionali, e quindi in caso di insufficiente livello di protezione, l’attività sarà sospesa fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

 

Sanzioni

Salvo che il fatto costituisca reato diverso da quello di cui all'articolo 650 del codice penale, le violazioni delle disposizioni previste dal decreto legge, o dai decreti ed ordinanze emanati per la sua attuazione, sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 a 3.000 euro (aumentata fino a un terzo nel caso di violazione commessa mediante l’utilizzo di un veicolo).

Nei casi in cui la violazione sia commessa nell'esercizio di un’attività di impresa, si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni.

 

Le misure previste dal decreto legge si applicano a decorrere dal 18 maggio e fino al 31 luglio 2020. Il decreto dovrà essere convertito in legge dal Parlamento entro 60 giorni.

 

Distinti saluti.

                                                                                         Il Direttore Generale

                                                                              (Dr. Alessandro Massimo Nucara)

 

 

Decreto Legge 16 maggio 2020, n. 33


Ritorna
 
 

ACCESSO RISERVATO AI SOCI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Nome utente:

Password :


Inserite il testo visualizzato nell'immagine:
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots. (see: www.captcha.net)

Password dimenticata?
Nome utente dimenticato?
Non hai un account?

 
 

ANTEPRIMA FEDERALBERGHI

28/05/2020

In considerazione dell’emergenza sanitaria in corso, SCF ha disposto la proroga dal 31 maggio al 31 luglio 2020 del termine per il pagamento dei compensi dovuti per l’anno in corso per i “diritti fonografici”, comprensivi dei diritti dovuti agli artisti interpreti esecutori delle opere musicali.

28/05/2020

In considerazione del perdurare dell’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del coronavirus, e della conseguente grave situazione in cui versano le imprese del nostro settore, la SIAE - accogliendo le nostre richieste - ha disposto un’ulteriore proroga del termine per il pagamento dei compensi per gli abbonamenti annuali per la musica d'ambiente, in scadenza il prossimo 31 maggio 2020.

27/05/2020

La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, nella riunione del 25 maggio, ha approvato una nuova edizione delle Linee Guida per la riapertura delle Attività Economiche.

Le Linee Guida sono state inviate dalla Conferenza delle Regioni al Presidente del Consiglio con la richiesta di procedere in tempi rapidi all’aggiornamento del dpcm del 17 maggio 2020 ai fini della pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

26/05/2020

L’Istituto Superiore di Sanità ha redatto una guida per la prevenzione della contaminazione da Legionella negli impianti idrici di strutture turistico ricettive e altri edifici ad uso civile e industriale, non utilizzati durante la pandemia COVID-19.

È infatti noto come il ristagno dell’acqua e l’uso saltuario di alcuni impianti potenzia il rischio per la trasmissione della legionellosi. Le indicazioni contenute nel documento integrano quanto già indicato per le strutture ricettive nelle linee guida nazionali per la prevenzione e il controllo della legionellosi e in accordo con il decreto legislativo n. 81 del 2008.

22/05/2020

È entrato in vigore il decreto legge “rilancio”, approvato dal Consiglio dei ministri nella riunione del 13 maggio 2020 e recante nuove misure urgenti di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Sintetizziamo di seguito le disposizioni di maggiore interesse, come risultanti dal testo ufficiale.

22/05/2020

Le Commissioni Finanze (VI) e Attività Produttive (X) della Camera dei deputati, nel corso dell’esame del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 (cosiddetto “liquidità”), hanno approvato alcuni emendamenti all’articolo 13 Fondo centrale di garanzia per le PMI.

SERVIZIO NEWSLETTERS

resta sempre aggiornato...
iscriviti alle newsletters!

 
 

I NOSTRI PARTNERS