Le Terme Tettuccio
Il Golf 18 buche
Montecatini Alto
Lo stabilimento Tettuccio
Uto Ughi a Estate Regina
Ippodromo Sesana
Miss Italia a Montecatini Terme
Montecatini Alto
Natale su Viale Verdi
Parco Termale

emergenza coronavirus – dpcm 22 marzo 2020 – sospensione dell’attività per le strutture extralberghiere

Con il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 22 marzo 2020 sono state sospese la gran parte delle attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di alcune espressamente indicate.

Gli alberghi (attività con codice Ateco 55.1) possono continuare a svolgere la propria attività, nel rispetto delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro individuate dal protocollo tra Governo e parti sociali del 14 marzo 2020.

Il codice Ateco 55.1 ricomprende gli alberghi e le strutture simili, sottoclassificati come segue: alberghi, resort, motel, aparthotel (hotel&residence), pensioni, hotel attrezzati per ospitare conferenze (inclusi quelli con attività mista di fornitura di alloggio e somministrazione di pasti e bevande).

Non è invece autorizzata la prosecuzione delle attività classificate con il codice Ateco 52, che ricomprende gli alloggi per vacanze e altre strutture per brevi soggiorni, tra cui i villaggi turistici, gli ostelli della gioventù, i rifugi di montagna, le colonie marine e montane, gli affittacamere per brevi soggiorni, le case ed appartamenti per vacanze, i bed and breakfast, i residence, gli alloggi connessi alle aziende agricole.

Nel segnalare che alcuni membri del Governo hanno informalmente accennato alla possibilità che nei prossimi giorni venga integrato il contenuto del dpcm 22 marzo 2020, si fa presente che il provvedimento all’articolo 1 comma 1 lettera d), consente la prosecuzione anche delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività elencate nell’allegato 1 del dpcm, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali (ad esempio, una struttura con codice 55.2 che ospita i medici  dell'ospedale o gli operai che stanno realizzando un nuovo padiglione dell'ospedale) previa comunicazione al Prefetto della provincia ove è ubicata l’attività produttiva, nella quale sono indicate specificamente le imprese e le amministrazioni beneficiarie dei prodotti e servizi attinenti alle attività consentite; il Prefetto può sospendere le predette attività qualora ritenga che non sussistano le condizioni di cui al periodo precedente. Fino all’adozione dei provvedimenti di sospensione dell’attività, essa è legittimamente esercitata sulla base della comunicazione resa.

Distinti saluti

                                                                                         Il Direttore Generale

                                                                                               (Dr. Alessandro Massimo Nucara)


Ritorna
 
 

ACCESSO RISERVATO AI SOCI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Nome utente:

Password :


Inserite il testo visualizzato nell'immagine:
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots. (see: www.captcha.net)

Password dimenticata?
Nome utente dimenticato?
Non hai un account?

 
 

ANTEPRIMA FEDERALBERGHI

03/07/2020

L’Agenzia delle entrate ha definito le modalità attuative della cessione dei crediti d’imposta per botteghe e negozi e per la locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, comprese quelle relative all’esercizio dell’opzione, da effettuarsi in via telematica.

Al riguardo, si rammenta che il decreto-legge cosiddetto “Cura Italia” e il decreto-legge cosiddetto “Rilancio” riconoscono alcuni crediti d’imposta di natura agevolativa allo scopo di fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

30/06/2020

L’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo 6915 per l’utilizzo in compensazione - tramite il modello F24 - del credito d’imposta spettante alle imprese turistico ricettive, agli agriturismi e ai bed & breakfast in relazione agli sconti praticati in favore dei beneficiari del bonus vacanze, previsto dal decreto-legge cosiddetto “Rilancio”.

30/06/2020

Nelle more dell’adozione di una più completa comunicazione, attualmente al vaglio dei competenti uffici ministeriali, l’INPS ha fornito alcune prime indicazioni operative per il riconoscimento della tutela previdenziale della malattia in attuazione dell’articolo 26 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. Cura Italia) che disciplina la quarantena con 

30/06/2020

L’articolo 92 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. rilancio) ha disposto la proroga di due mesi delle indennità di disoccupazione NASpI e DIS-COLL. In particolare, la norma prevede che le prestazioni di disoccupazione NASpI e DIS-COLL il cui periodo di fruizione termini nell’arco temporale compreso tra il 1° marzo 2020 e il 30 aprile 2020 siano prorogate per ulteriori due mesi a decorrere dal giorno in cui termina la durata delle stesse, a condizione che il percettore non sia beneficiario:

26/06/2020

La normativa anti-contagio ha imposto agli alberghi nuovi vincoli per la fornitura del servizio colazione.

Federalberghi, con la collaborazione tecnica di Gpstudios, ha organizzato un seminario nel corso del quale sono stati esaminati casi e soluzioni pratiche, analizzando i punti di forza e quelli di debolezza, le modalità operative e l’impatto sui costi.

26/06/2020

La Siae, accogliendo le richieste di Federalberghi ha previsto un’ulteriore agevolazione, concernente le aziende che, a causa dell’emergenza in corso, non abbiano ancora ripreso l’attività dopo il lockdown. Per i soli abbonamenti annuali, in presenza di una comunicazione inviata all'amministrazione comunale di riferimento, dalla quale emerga la sospensione totale dell'attività (SCIA), SIAE - a richiesta dell’interessato - calcolerà l'abbonamento sulla base degli effettivi mesi di apertura.

SERVIZIO NEWSLETTERS

resta sempre aggiornato...
iscriviti alle newsletters!

 
 

I NOSTRI PARTNERS