Le Terme Tettuccio
Il Golf 18 buche
Montecatini Alto
Lo stabilimento Tettuccio
Uto Ughi a Estate Regina
Ippodromo Sesana
Miss Italia a Montecatini Terme
Montecatini Alto
Natale su Viale Verdi
Parco Termale

carte di credito e carte di debito – sicurezza dei pagamenti elettronici – articolo 97 della Direttiva (UE) 2015/2366

La nuova direttiva sui servizi di pagamento digitali (cosiddetta PSD2), al fine di aumentare il livello di sicurezza dei pagamenti stessi, prescrive la necessità della cosiddetta “autenticazione forte” del pagatore (nota anche come SCA - Strong Customer Authentication).

L’autenticazione forte è richiesta per l’accesso ai conti online, per le operazioni di pagamento elettronico e per qualsiasi azione, tramite un canale a distanza, che può comportare un rischio di frode nei pagamenti o altri abusi.

In termini operativi, viene prescritto l’obbligo di autenticare i pagamenti online mediante almeno due dei seguenti tre elementi:

  • informazioni note solo al cliente, quali ad esempio il pin, la password o la risposta ad una domanda di sicurezza;
  • oggetti posseduti solo dal cliente, quali ad esempio la carta di credito, lo smartphone, un codice numerico temporaneo e specifica per ogni singola operazione (noto anche come OTP - One Time Password);
  • caratteristiche fisiche che possiede solo il cliente, quali ad esempio l’impronta digitale o il riconoscimento facciale.

 

Nel nostro settore, l’implementazione della direttiva comporterà la necessità di aggiornare le procedure di gestione delle prenotazioni e degli incassi, con particolare riferimento alle cosiddette prenotazioni prepagate, al versamento di caparre ed alla gestione dei no show, sia in relazione alle prenotazioni ricevute direttamente dalle strutture ricettive, sia a quelle ricevute per il tramite dei portali.

Federalberghi ha sensibilizzato le autorità competenti in materia, segnalando la necessità di assicurare alle imprese il tempo, le informazioni e gli strumenti tecnici necessari per l’adeguamento ai nuovi standard, che risulta oggettivamente impossibile da completare entro il 14 settembre 2019. Abbiamo inoltre sottolineato come, a nostro avviso, alcune delle operazioni in argomento, essendo effettuate a cura dell’esercente, non possano essere qualificate come “disposte dal cliente” e pertanto debbano essere escluse nel campo di applicazione della direttiva.

A seguito del nostro intervento, la European Banking Authority (EBA) ha riconosciuto alle autorità nazionali la possibilità di concedere ulteriore tempo, rispetto al 14 settembre, per consentire il completamento degli interventi e l’adozione dei nuovi strumenti di autenticazione da parte di tutti i clienti, con esclusivo riferimento alla suddetta categoria di pagamenti.

L’Istituto, sentiti i principali operatori interessati - banche, circuiti di carte, centri servizi, associazioni di categoria degli utenti - ha pertanto deciso di concedere una proroga, agli intermediari (società emittenti) per un periodo limitato, sulla base del termine massimo che sarà definito dall’EBA e successivamente comunicato al mercato.

Nel riservarci di fornire ulteriori informazioni sull’argomento, riteniamo opportuno invitarVi a valutare con prudenza eventuali strumenti di incasso proposti dai portali di prenotazione, che potrebbero determinare un incremento del tasso di dipendenza della Vs. struttura ricettiva dai portali stessi e del costo dei relativi servizi.


Ritorna
 
 

ACCESSO RISERVATO AI SOCI

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Nome utente:

Password :


Inserite il testo visualizzato nell'immagine:
This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots. (see: www.captcha.net)

Password dimenticata?
Nome utente dimenticato?
Non hai un account?

 
 

ANTEPRIMA FEDERALBERGHI

10/07/2020

Il programma di convenzioni alberghiere promosso da Federalberghi offre agli alberghi associati la possibilità di accesso ad importanti segmenti di mercato.

Federalberghi ha infatti realizzato numerosi accordi con importanti enti pubblici e privati, ai quali offre la possibilità di effettuare prenotazioni alberghiere usufruendo di tariffe agevolate.

10/07/2020

Con la circolare allegata l’INPS ha fornito le istruzioni amministrative in materia di indennità Covid-19, previste dal decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, a favore di alcune categorie di lavoratori le cui attività lavorative sono state colpite dell’emergenza epidemiologica.

In particolare, le indicazioni dell’istituto riguardano:

09/07/2020

È stato convertito in legge, con modificazioni, decreto-legge “liquidità”.

Di seguito le disposizioni di maggiore interesse per le nostre imprese.

 

Rivalutazione dei beni settori alberghiero e termale (articolo 6-bis)

Per le imprese operanti nei settori alberghiero e termale, che non adottano i principi contabili internazionali nella redazione del bilancio, con l’articolo in parola - introdotto in sede parlamentare - viene prevista la possibilità di effettuare la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni, ad esclusione degli immobili alla cui produzione o al cui 

07/07/2020

Federalberghi ha ricevuto alcune richieste di approfondimento concernenti le procedure che le strutture ricettive devono seguire al fine di verificare la validità dei bonus vacanze e di confermarne l’applicazione.

Le istruzioni diramate dall’Agenzia delle entrate prevedono che al momento del pagamento la struttura ricettiva acquisisca il codice univoco (o il QR code) e lo inserisca, 

07/07/2020

Con la circolare n. 18 del 3 luglio 2020, l’Agenzia delle entrate ha fornito alcuni chiarimenti per la fruizione del “Credito d’imposta Vacanze” .

In particolare, il nuovo documento dell’Amministrazione finanziaria analizza il contenuto dell’articolo 176 del decreto legge “Rilancio”, con cui è stato previsto un credito in favore dei nuclei familiari con ISEE non superiore a 40.000 euro, utilizzabile dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, nonché dagli agriturismi e dai bed&breakfast.

03/07/2020

L’Agenzia delle entrate ha definito le modalità attuative della cessione dei crediti d’imposta per botteghe e negozi e per la locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, comprese quelle relative all’esercizio dell’opzione, da effettuarsi in via telematica.

Al riguardo, si rammenta che il decreto-legge cosiddetto “Cura Italia” e il decreto-legge cosiddetto “Rilancio” riconoscono alcuni crediti d’imposta di natura agevolativa allo scopo di fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

SERVIZIO NEWSLETTERS

resta sempre aggiornato...
iscriviti alle newsletters!

 
 

I NOSTRI PARTNERS